Actualité

L'allume dei papi : alle origini del monopolio commerciale (XV-XVI secolo)

Date(s)

du 14 décembre 2010 au 15 décembre 2010

 

Lieu(x)

Rome

L'alun des papes : aux origines d'un monopole commercial (XVe-XVIe siècle) - Roma, 14 - 15 dicembre 2010

École française de Rome

 

Sapienza Università di Roma

Dipartimento di Storia, Culture, Religioni

Ricerca Sapienza 2008 Metallurgia nell'Italia bassomedievale

 

Université François Rabelais de Tours

Centre d'Études Supérieures

de la Renaissance

 

Convegno internazionale

 

 

Materiale indispensabile per la tintura dei panni, l'allume fu per lungo tempo importato dall'Anatolia soprattutto dai mercanti genovesi. Alla metà del XV secolo l'avanzata turca interrompeva in modo brusco e repentino questo traffico commerciale mentre, con la scoperta di ricchi giacimenti di alunite a Tolfa, nei pressi di Tarquinia, si incentivava la produzione dell'allume in Occidente. Come sottolineano molti studi, in particolare quello di Jean Delumeau, si deve all'iniziativa di Pio II la nascita di un grande centro industriale nell'attuale località di Allumiere. L'impresa conobbe un rapido sviluppo sotto il pontificato di Paolo II e dei suoi successori che tendevano ad imporre il prodotto delle miniere tolfetane sul mercato europeo. Tale indirizzo, strettamente correlato all'interesse a sovvenzionare l'organizzazione di una Crociata contro i Turchi con i proventi della nuova industria, spingeva i pontefici ad obbligare tutti i Cristiani a consumare esclusivamente "l'allume di Roma" tentando così di creare un monopolio commerciale.

Questo incontro si propone di esaminare le condizioni e i limiti di questo monopolio, analizzando i suoi fondamenti religiosi, economici e tecnici tra la fine del XV e gli inizi del XVI secolo. Di quali mezzi si è dotata la Chiesa per assicurarsi il maggior profitto dall'allume che essa faceva produrre ? Quali strutture commerciali e imprenditoriali hanno facilitato lo sviluppo di questa industria ? Quali forme di organizzazione della produzione hanno permesso di rispondere alle attese pontificie ? A questi e a diversi altri interrogativi si cercherà di dare una risposta tenendo presenti sia i molteplici operatori coinvolti nell'impresa dell'allume, sia le modifiche occorse ai siti minerari, sia l'impatto provocato, sul finire del XV secolo, dalle nuove zone di produzione nell'area mediterranea.

 

 

 

Comitato scientifico

Ivana Ait (Sapienza Università di Roma)

Didier Boisseuil (École française de Rome)

 

Contatti

École française de Rome

Direction des études médiévales

Stéphane Gioanni

Secrétariat des études médiévales

Grazia Perrino

Piazza Farnese, 67 - 00186 Roma

Tél. (+39) 06 68 60 12 48

secrma@efrome.it